Le mascherine ffp2 sono quelle che garantiscono una maggiore difesa nei confronti di batteri e virus di più piccole dimensioni, fino a 2,5 micron, ma sono lavabili?

Siccome però offrono una maggiore protezione nei confronti del coronavirus rispetto alle mascherine chirurgiche, sono anche le meno reperibili e più costose.

Se si utilizzassero solo in forma “usa e getta” tutti i giorni, le mascherine ffp2 rappresenterebbero una spesa annuale non indifferente, più di 600€ a persona!!!!

Come tutti, anche noi ci siamo chiesti: ” le mascherine ffp2 sono lavabili oppure no.?” E se si potessero semplicemente sterilizzare con amuchina o rigenerare con altri metodi per poterle riutilizzare più volte?

Le mascherine ffp2 sono lavabili?

Le mascherine ffp2 sono lavabili?

La brutta notizia è che purtroppo le mascherine ffp2 che si acquistano in farmacia non sono strutturate per essere lavate.

Hanno infatti uno strato di carta sia esterno che interno che può disintegrarsi a contatto con l’acqua rendendole inutilizzabili e non più filtranti.

La bella notizia è invece che esistono altri metodi per rigenerare e sterilizzare le mascherine ffp2 in modo efficace.

Inoltre esistono anche alcuni tipi di mascherine non ffp2 che sono lavabili e riutilizzabili. Andiamo a vederli insieme uno per uno.

Qua di seguito vedremo 3 metodi per rigenerare e sterilizzare mascherine ffp2, e due tipi di mascherine ffp2 lavabili e riutilizzabili.

Quindi mettiti comodo davanti al pc al tablet o al tuo telefonino e leggi fino in fondo questo post, ti prometto che scoprirai quali tra le mascherine ffp2 sono lavabili, quali sterilizzabili, e quali riutilizzabili.

Sterilizzare mascherine ffp2 con amuchina

Amuchina e soluzioni idroalcooliche con una percentuale di alcool intorno al 70% sono una buona soluzione per sterilizzare le mascherine ffp2.

In questo modo non si vanno a danneggiare le fibre della maschera che manterrà buona parte del potere filtrante.

Si consiglia di utilizzare uno spray o un nebulizzatore, in modo che possa penetrare correttamente all’interno e sterilizzare in profondità.

Successivamente la mascherina va lasciata asciugare in un luogo pulito e ventilato, e in circa un’ ora sarà di nuovo disponibile ad essere riutilizzata.

Attenzione a non utilizzare prodotti profumati o contenenti altri composti che possono essere pericolosi. L’ideale è utilizzare alcool puro non profumato o amuchina, mescolarlo con dell’acqua e utilizzare un nebulizzatore per igienizzare le mascherine.

Un tris di nebulizzatori efficaci che riescono a penetrare in profondità e sterilizzare correttamente le mascherine ffp2 puoi trovarlo qui su Amazon.

Luce UV per rigenerare mascherine ffp2

È stato dimostrato che la luce UV-C può inattivare il virus COVID-19.
Questo sistema è utilizzato anche in alcuni ospedali, aeroporti, supermercati per sanificare l’ambiente.

Lampade UV possono essere acquistate anche per un uso domestico, e rappresentano la soluzione migliore per rigenerare le mascherine ffp2 e riutilizzarle più e più volte.

Inoltre non solo può essere utilizzata per sanificare le mascherine, ma anche tutti gli altri oggetti che tocchiamo costantemente come chiavi, telefono e portafogli.

Se vuoi approfondire l’argomento, puoi leggere la nostra guida su i sanificatori a raggi UV

Di dimensioni ridotte, perfetta per rigenerare le mascherine ffp2 e chirurgiche.

Tempo

I virus, tra cui il coronavirus, muoiono dopo un certo periodo di tempo se non riescono a infettare l’uomo.

Si è discusso tanto su quanto sia il tempo di sopravvivenza del coronavirus sulle superfici ma il pensiero comune tra gli esperti è tra qualche ora e qualche giorno.

Questo significa che se la mascherina ffp2 che hai utilizzato è contaminata da coronavirus o altri tipi di virus, semplicemente aspettando qualche giorno che i virus diventino inattivi potrebbe essere un metodo sufficiente per sterilizzarla e riutilizzarla più volte.

Una buona tecnica potrebbe essere quindi di alternare alcune mascherine ffp2 in modo da lasciare qualche giorno di tempo per riposare a quelle utilizzate.

Tipi di mascherine lavabili e riutilizzabili

Certo le mascherine ffp2 sono tra le più sicure, ed è importante indossarle soprattutto in luoghi in cui si è a contatto con altre persone, ma purtroppo non sono lavabili in lavatrice.

È anche vero però, che non è necessario utilizzare una mascherina ffp2 in tutte le occasioni.

Esistono alcuni tipi di mascherine che pur non essendo ffp2, sono completamente lavabili anche in lavatrice garantendo comunque una buona efficacia.

Alcuni modelli come questo con sistema anti batteriostatico a fibre d’argento:

Rappresentano una soluzione adatta a situazioni più eleganti, in luoghi in cui una mascherina ffp2 non è strettamente necessaria e sono riutilizzabili più e più volte senza perdere la loro efficacia.

Conclusione

Con questo post spero di aver esaurientemente risposto al quesito ” le mascherine ffp2 sono lavabili?

Se così è stato aiutaci a crescere condividendo questo post sui social, sarà il tuo modo per ripagarci del duro lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui