Oggi vedremo cosa seminare a Novembre, l’ultimo mese prima della fine dell’autunno, quando il clima inizia a farsi davvero freddo e, in parecchie regioni di Italia, piove molto di più.

cosa seminare a novembre

Cosa seminare a Novembre

Durante questo mese si seminano, per la maggior parte, ortaggi che trascorreranno l’inverno a crescere sottoterra per poi spuntare fuori terra in primavera, mentre raramente e a seconda della regione in cui vi trovate, può essere possibile ancora per un po’ seminare dell’insalata o degli spinaci in tunnel.

Il semenzaio protetto è invece vuoto in questo periodo, dato che nei mesi invernali non è possibile trapiantare piantine nell’orto perché morirebbero a causa del gelo.

Semine di Novembre: Vediamo quali sono le semine di questo mese con qualche dettaglio in più su ognuna:

  • Carote
  • Radicchio
  • Fave
  • Piselli

Carote

Le carote sono ortaggi non difficili da coltivare, ma richiedono un terreno morbido e sabbioso che va accuratamente preparato prima di seminarle.

Oltre a questo accorgimento, non richiedono molto concime, molte cure e di solito non si ammalano.

Questo ortaggio è molto presente in tavola, il colore tipico è arancione, ma ne esiste un tipo raro di colore viola.

Ne esistono molte varietà diverse. Le carote si adattano bene al clima freddo, mentre il troppo caldo fa indurire le radici e seccare la pianta.

Per saperne di più leggete la nostra guida su come coltivare la carota

                        .           

Radicchio

Il radicchio è un tipo di cicoria dal caratteristico colore rosso e bianco e sapore amaro intenso.

Di questa verdura si può mangiare tutto, anche il fittone che diventa ancora più buono se sottoposto ad un processo detto “imbiancamento”.

È un ortaggio di origini italiane, quasi tutte le varietà provengono dal Veneto, soltanto una viene dal Belgio.

Il radicchio resiste bene al gelo, mal sopporta invece i bruschi cambi di temperatura o l’alternarsi di gelo e disgelo.

                                   

Fave

Le fave sono legumi coltivati ed apprezzati già dall’antichità per le loro proprietà nutritive. Si tratta di un ortaggio di facile coltivazione, adatto anche ad agricoltori principianti e a terreni non molto ricchi di nutrienti.

Esistono numerose varietà di fave, si classificano principalmente in base alla grandezza del seme.

Le fave resistono bene alle temperature basse e sono tra gli ortaggi in grado di passare l’inverno nell’orto per poi crescere appena il freddo finisce.

Piselli

I piselli sono legumi facili da coltivare sul territorio italiano e molto utilizzati nelle ricette mediterranee, ma anche di altre zone del mondo.

Si distinguono in varietà nane e rampicanti. Anche se sono molto semplici da coltivare, nell’orto di famiglia è meglio avere entrambe le varietà per un raccolto assicurato.

Questi legumi resistono ottimamente al freddo per spuntare in primavera.

                                   

 

Lavori nell’orto a Novembre

Novembre non è un mese in cui si può seminare molto, in compenso è il mese in cui ci sono più lavori da fare.

Il mese rappresenta di fatto la chiusura dell’anno in corso e l’apertura del nuovo anno agricolo. I principali lavori da svolgere sono:

  • Riparare le piante dal freddo (con diversi metodi)
  • Lavorare il terreno per il prossimo anno (vangare leggermente, eliminare le erbacce e ripulire le colture appena terminate)
  • Concimare (interrare il concime a fondo o lasciarlo sopra il terreno per poi affondarlo a fine inverno)

Conclusione

Spero che questa guida su cosa coltivare a Novembre vi sia stata utile, e anche le guide su come coltivare gli ortaggi citati nel post.

Se siete rimasti soddisfatti, aiutateci a crescere condividendo l’articolo sui social, sarà il vostro modo per ringraziarci del duro lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui