Gira da qualche tempo in rete un virus molto pericoloso, quello dell’Agenzia delle Entrate. Questa truffa ben studiata sfrutta la paura del fisco ed è a questo che deve la sua efficacia.

Oggi andremo a vedere come riconoscere il virus dell’Agenzia delle Entrate che arriva allegato ad una falsa mail e ruba i nostri dati di accesso ai servizi bancari.

Riconoscere il virus dell’Agenzia delle Entrate è semplice infatti si presenta allegato ad un messaggio (vedi sopra) come file compresso chiamato guida 010914.zip.

Nella mail troverete tutte le false indicazioni per evitare un controllo con il redditometro, in realtà una volta cliccato sul file compresso verrà istallato un virus sul vostro computer.

Come ho già detto questo virus è molto pericoloso perché annuncia un pericolo, (controllo fiscale) e poi offre una scappatoia (leggere le Linee Guida) per evitarlo.

Come agisce il virus dell’Agenzia delle Entrate



Il virus è chiamato Trojan.Doc.Downloader.G si contraddistingue dagli altri perché inserito in un file di Word e, una volta attivato, permette di istallare programmi dannosi per il computer che può, a questo punto, essere controllato dal pirata a distanza e utilizzato per i suoi scopi.

Di solito il Trojan vengono usati per mandare messaggi di posta elettronica indesiderati (SPAM) con i computer che hanno infettato ma in questo caso può essere usato per rubare documenti o dati riservati come quelli dell’internet Banking.

Quindi se trovate nella posta elettronica una mail dell’Ufficio delle Entrate che vi invita a consultare le nuove Linee Guida cancellatela immediatamente e soprattutto non aprite l’allegato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui