Oggi vedremo insieme come coltivare e prendersi cura del pomodoro.

Possiamo definirlo il Re dell’orto per la sua prelibatezza e per i mille utilizzi, inoltre, rinomato per le sue proprietà, è diventato un alimento base della dieta mediterranea.

Il pomodoro contiene acqua per il 95%, carboidrati per il 2 %, proteine 1% grassi 0.4%, fibre 1%

 

Ma vediamo più da vicino la coltivazione del pomodoro 

Le piantine di pomodoro devono essere distanziate di 40-60 cm su file distati fra loro di 80-130 cm

Vicino ad ogni piantina di pomodoro va piantato un sostegno sul quale crescerà la pianta e che avrà bisogno di una rincalzata alla comparsa dei primi frutti per migliorarne la stabilità.

Il pomodoro va annaffiato abbondantemente senza bagnare le foglie e in caso di un’estate particolarmente calda il terreno sul quale cresce andrà tenuto umido. Lasciare 4-5 grappoli di fiori per pianta, dopodiché cimarla.

Varietà da terrazzo

Il pomodoro è una pianta che può essere coltivata anche sul balcone, qualità come:

Cal-J: si presta a questo tipo di coltivazione per il fatto che i suoi frutti si conservano per molto tempo attaccati alla pianta, dando quindi tempo a che li ha coltivati di mangiarli piano piano.

Principe Borghese: qualità semi-nana produce frutti di qualità in quantità

Pepe: varietà ciliegina molto saporita


Trucchi e segreti

Eliminare i succhioni detti anche “femminelle”che compaiono sulla pianta. (vedi figura a lato)

 

Il pomodoro non gradisce essere coltivato accanto a piante come patate, finocchi, piselli, cetrioli.
 
 
 
 

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui