L’asparago è una pianta perenne, il suo ciclo di coltivazione dura anche per diversi anni, si può trovare nei boschi come pianta spontanea.

La coltivazione dell’asparago era conosciuta anche da Greci e Romani, il suo ciclo dura diversi anni ma i primi prodotti si ottengono solo dopo 3-4 anni dopo la semina. Oggi andremo insieme a scoprire come coltivare l’asparago.



Come coltivare e prendersi cura dell’asparago

L’asparago ha una vita molto lunga, una coltivazione tenuta bene può durare da 14 a 17 anni. L’asparago si impianta in autunno, dopo aver passato l’estate a lavorare il terreno concimandolo (concime organico).

Viene impiantato in fosse profonde 20-30 cm e larghe 40-70 cm a seconda che le file siano semplici o doppie
Nel periodo che va da Febbraio ad Aprile viene messo in dimora distanziando le zampe

Zampa
  • In file semplici da 30-35 cm
  • In file doppie 40-50 cm

Una volta disposte ricopritele con circa 3-5 cm di terreno

Irrigazione dell’asparago

Il terreno deve essere tenuto umido ma non troppo perché la pianta teme molto la troppa umidità.

Raccolta dell’asparago (fine primavera)

  • Nel primo anno non si effettuano raccolti, si lascia che il turione vada in fiore
  • Nel secondo anno si raccolgono 5-6 turioni per zampa
  • Nel terzo anno avremo così un raccolto abbondante che durerà circa un mese e mezzo
  • Dal quarto al sesto anno la produzione aumenterà dando via via raccolti ancora più abbondanti per stabilizzarsi poi nel settimo anno.
  • Dal tredicesimo anno la produzione calerà portando l’asparagiaia alla fine nel quindicesimo anno.

 

Malattie dell’asparago

 

Le più diffuse sono dovute a funghi che possono intaccare le radici:

Mal vinato
Fusariosi


Mentre i parassiti dell’apparato aereo sono:

Ruggine  
Cercosporosi

Gli insetti che possono attaccare l’asparago invece sono:

Mosca dell’asparago
Afidi 

Stemfiliosi

Trucchi e segreti

1) Per un buon sviluppo dei turioni il terreno deve essere soffice e sabbioso, privo di sassi o ghiaia.

2) Per ottenere l’asparago bianco dovete farlo sviluppare sotto terra, per avere quello verde dovete fargli compiere l’ultimo ciclo dello sviluppo fuori dal terreno.
3) Togliere le erbacce

  • il primo anno prima della messa dimora delle piantine.
  • il secondo anno che nascano i turioni (febbraio Marzo).
  • Il terzo anno dopo lo spianamento dei cumuli

4) Per un miglior sviluppo dei turioni cospargere con 2,5 kg/mq alla fine dell’inverno nel momento dell’impianto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui