Avete deciso di preparare una cena di pesce per stupire i vostri amici o per conquistare una persona speciale ma non sapete come riconoscere se è fresco o surgelato!

Nessuna paura oggi ” Ti semplifico la vita ” affronterà questo argomento molto delicato cercando di spiegarvi come capire se il pesce è fresco.


Chiaramente per capire se il pesce è fresco oltre a fare come il gatto qua sopra dall’odore e cioè quasi inesistente se non un per un leggero sentore di mare, possiamo usare altri mezzi molto efficaci.
 
Pesci con le squame come sapere se è fresco
 
1) Prima di tutto io consiglio di guardare sempre come prima cosa gli occhi, infatti se il pesce è fresco questi si presenteranno brillanti e idratati non secchi e infossati.


Si
No

 



2) L’addome dovrà essere liscio, sgonfio e senza macchie di qualsiasi tipo.
No
Si

 

3) Guardate sempre le branchie, queste devono essere rosse non gialle e soprattutto non devono presentarsi ricoperte di muco.
Si
No

 

 

 


4) La carne del corpo deve essere compatta e soda rigida e la pelle umida e non rilassata

Si









5) Le squame dovranno essere unite fra loro e non staccarsi dal pesce

No

 

Si


Cozze vongole e lumachine come sapere se sono fresche

Dovranno essere prima di tutto chiusi
Per verificarne la freschezza scuoteteli, non dovrete sentire nulla che si muova all’interno.

Punzecchiate il mollusco se si ritira vuol dire che è vivo

Un’altro modo per verificarne la freschezza è buttarli in un contenitore pieno d’acqua e quelli che verranno subito a galla buttateli via.

Gettate nel pattume anche quelli che non si apriranno durante la cottura.

Devono essere pesanti starà a significare che il mollusco all’interno è ancora ben idratato

Infine l’odore come al solito dovrà essere solo un sentore di mare, quindi quasi inesistente.

I totani, seppie e calamari come sapere se sono freschi

Dovranno essere bianchi e avere l’aspetto sodo specialmente i tentacoli, se il colore tende al giallo non acquistateli

Anche qua l’occhio dovrà presentarsi brillante e idratato.

Come sempre l’odore quasi inesistente, anzi un buon profumo di salmastro

La pelle dovrà essere brillante e ben idratata difficile da togliere.

Infine l’odore come al solito dovrà essere solo un sentore di mare, quindi quasi inesistente.

 
Si

Crostacei come sapere se sono freschi

Vengono di solito venduti vivi (aragoste e astici) ma anche se morti, come può succedere per scampi, gamberi, gamberoni ecc se ne può testare la freschezza osservando:

Si

Occhi  dovranno presentarsi brillanti e idratati.

Come sempre l’odore quasi inesistente, anzi un buon profumo di salmastro

La testa ben salda al corpo ( se non fresco tende a staccarsi)

Il bel colore che deve essere rosso vivo.

Un altro modo per capire se il pesce è fresco anche se un po’ troppo in ritardo è osservando la quantità di liquido che rilascia durante la cottura, se ne rilascia molto vuol dire che era fresco perché ancora molto idratato.
Il pesce va consumato nelle 12-24 ore dopo l’acquisto scaduto questo tempo infatti si attivano i processi degenerativi che lo portano a marcire.
Leggete sempre l’etichetta che lo certifica catalogandolo come pescato o allevato, e la provenienza. ,

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui